Glossario

A - B 

Alaggio: messa in secco dell'imbarcazione con l'uso di gru o altri mezzi a seconda delle dimensioni della barca.

Antisdrucciolo: materiale utilizzato per impedire di scivolare sulla superficie dell'imbarcazione.

Autogonfiabile: sistema pneumatico di salvataggio dotato di una bombola di aria compressa che se azionata ne provoca il rapido gonfiamento.

Boccaporto: grande apertura praticata nei ponti delle imbarcazioni, per consentire l'accesso a locali interni. 

Boiler: scalda acqua elettrico per uso nautico. 

Bottazzo: rinforzo in gomma sul bordo dell'imbarcazione.

C - D

Carena: parte inferiore dello scafo suddivisa in opera viva (la parte immersa dello scafo) e opera morta (la parte sopra la linea di galleggiamento).

Cavitazione: fenomeno relativo alla spinta dell'elica. 

Chiglia: elemento principale di costruzione di uno scafo che corre longitudinalmente, come una spina dorsale da prua a poppa. 

Cima: cavo in poliestere di diametro adeguato alle dimensioni dell'imbarcazione. 

Coperta: termine generico che indica il ponte principale di una imbarcazione. 

Corpomorto: ormeggio fisso costituito da un blocco di cemento, collegato alla superficie con catena o cavo.

Cubia: foro praticato nello scafo per il passaggio della catena dell'ancora. 

Dislocamento: peso di una imbarcazione espresso in tonnellate. 

Dritta: lato destro della barca.

F - G 

Flaps: stabilizzatori di assetto costituiti da alette montate sullo specchio di poppa.

Gavitello: piccolo galleggiante di forma sferica.

Gavone: piccolo locale o ripostiglio per stivare attrezzature.

Giardinetto: parte dell'imbarcazione che si arrotonda per formare la poppa.

Golfare: anello metallico fissato al ponte.

Grillo: accessorio metallico a forma di U chiuso da un perno.

M - N

May Day: segnale di richiesta di soccorso via radio.

Mascone: ciascuna delle due parti laterali della prua.

Mezzo marinaiogancio utilizzato per avvicinare l'imbarcazione nelle manovre di ormeggio.

Miglio Marino: unità di misura delle distanze in mare, equivalente a 1.852 metri.

Motore Entrobordo: motore sistemato all'interno dell'imbarcazione.

Motore Entrofuoribordo: motore nel quale il corpo motore è collocato all'interno dell'imbarcazione mentre l'organo di propulsione è sistemato nella poppa dell'unità.

Motore Fuoribordo: motore di piccola o media potenza fissato allo specchio di poppa dell'imbarcazione.

Musone di prua: l'estrema prua di un'imbarcazione dove trova alloggio l'ancora.

Nodo: unità di misura usata in mare per indicare la velocità: corrisponde ad un miglio marino/ora (1.852 metri/ora).

O - P

Oblò: apertura posta sui fianchi delle imbarcazione per dare luce ed a reazione all'interno.

Ombrinali: foro praticato nello scafo o in coperta per scaricare l'acqua a mare. 

Opera morta: la parte dello scafo che emerge sopra la linea di galleggiamento.

Opera viva: la parte immersa dello scafo.

Parabordo: elemento in gomma per la protezione delle murate delle imbarcazioni all'ormeggio. 

Plancia: nelle imbarcazioni da diporto identifica il cruscotto che raccoglie strumenti e comandi del motore e delle varie apparecchiature di bordo.

Poppa: parte posteriore dell'imbarcazione. 

Pozzetto: prende questa denominazione nelle imbarcazioni. 

Prua: estremità anteriore dell'imbarcazione. 

Pulpito:  ringhiera di protezione posta a prua delle imbarcazioni. 

R - S 

Sentina: Zona più profonda del fondo dell’imbarcazione dove si raccolgono le acque. 

Scafo: insieme degli elementi strutturali di un imbarcazione. 

Scandaglio: apparecchio che serve per misurare la profondità di un fondale. 

Scarroccio: con il termine scarroccio si indica lo scostamento della traiettoria della nave. 

Scotta: cavo che serve a regolare la posizione della vela. 

Specchio di poppa: parte posteriore esterna dello scafo. 

T - V

Tender: battello di servizio per grandi imbarcazioni.

Tientibene: nella imbarcazioni da diporto è costituito da una serie di maniglie sistemate in coperta o sottocoperta. 

Timone: sistema che serve per dirigere le imbarcazioni, producendo i movimenti angolari necessari per guidarle. 

Trim: dispositivo che regola in verticale l’angolo di incidenza dell’elica rispetto alla superficie dello specchio acqueo. 

Varo: messa in mare di una imbarcazione con l'uso di gru o altri mezzi a seconda delle dimensioni della barca. 

Verricello: sinonimo comunemente utilizzato di “argano”, generalmente installato a prua per salpare l'ancora.