Perché stare in barca in inverno fa bene

Una vita in barca a vela in compagnia di un violoncello: intervista al musicista-velista Roberto Soldatini
15 Dicembre 2021

Molti diportisti amano uscire in barca anche in inverno per restare lontani da una vita frenetica e svegliarsi al mattino immersi nella natura, cullati solamente dal canto del mare. Navigare in inverno però non è semplice, anzi, richiede una certa maestria ed una buona dose di attenzione. È un’esperienza difficile, non è alla portata di tutti, bisogna combattere contro il freddo, il vento e le tempeste ma comunque esistono buonissime ragioni per farlo.

Ecco alcuni consigli per arrivare meglio preparati alle vostre uscite in barca e godere di tutti i suoi benefici.

Gestione razionale delle risorse

Nei mesi freddi il consumo di acqua dolce fatto sulle barche è notevolmente maggiore. Prepariamo molte bevande calde come tè e caffè, senza contare l’acqua per lavare i piatti, per la nostra igiene e per prenderci cura dell’imbarcazione. Lo stesso discorso vale per i consumi di elettricità e per l’ammontare di rifiuti. Per questo motivo, bisogna prestare molta attenzione agli sprechi effettuando una gestione razionale delle risorse. Inoltre, durante l’inverno i porti e le marine potrebbero interrompere la distribuzione di acqua per evitare problemi agli impianti. Evitate di sperperare le vostre riserve!

Spirito di adattamento                                                        

La vita a bordo, specialmente durante la stagione fredda, non è semplice. Il maltempo, il freddo, le piogge potrebbero costringervi a restare in cabina per molto e molto tempo. In questi casi, la cosa migliore è non abbattersi e rimanere positivi. Adattatevi, cercate di coltivare i vostri hobby anche in questa situazione, se lavorate in smart working condividete il tempo in videochiamata con i vostri amici/colleghi ed organizzate al meglio il vostro spazio. In questo modo riuscirete a sentirvi liberi anche in uno spazio ristretto.

Solidarietà con i diportisti

Fate amicizia con chi condivide la vostra scelta. Troverete sicuramente degli amici con i quali risolvere problemi tecnici, consigli, impressioni e soprattutto compagnia per passare le giornate più fredde in compagnia! Nel caso in cui vi doveste allontanare dalla vostra barca avreste qualcuno a cui chiedere se è tutto ok in caso di allerta meteo.

Vivere

Non siamo più abituati a vivere immersi nella natura. Le nostre vite sono diventate frenetiche, siamo sempre sottoposti a stimoli artificiali che ci fanno perdere la concentrazione. Non apprezziamo più le piccole cose. Vivere in barca significa avere rispetto per la natura, recuperare la connessione con essa ed accettare il ciclo naturale degli eventi, ritrovando un certo equilibrio.

Per concludere, siate aperti a tutto e vivete la vostra vita in barca con filosofia. Apprezzate i tramonti, le lunghe passeggiate e la compagnia, anche a distanza, di chi vi vuole bene. Fatevi travolgere da questa vita slow e cogliete tutto ciò che offre, responsabilmente!